Honi soit qui mal y pense

Jovanotti compie 50 anni: auguri al teologo preferito da JM Bergoglio, perché vediamo chi ha il coraggio di negare che “L’ombelico del mondo” è la somma teologica che ha informato di sé il pontificato dell’ hereticus ridens. Ma appare evidente, ad una analisi neanche tanto approfondita ( ci vogliono sì e no tre secondi per capirlo ) che Jovanotti, il teorico del “pensiero positivo”, è anche il politologo preferito da Laura Boldrini e Matteo Renzi. Egli è per di più l’intellettuale di riferimento di pensatucheroba Massimo “Gramo” Gramellini, che ne raccolse devotamente il pensiero in questa più che che illuminante oserei dire abbagliante intervista del 2013, nella quale il nostro paraguru non esita a paragonare le sue canzoncine al dolce stil novo e al Cantico dei Cantici, tiè, tanto per dire.

“L’Italia risorge soltanto se sblocca il suo torcicollo e accetta di vivere «ora», come suggerisce il titolo del nuovo disco del mio intellettuale di riferimento: Jovanotti.”

Che dire? I primi cinquantanni di Jovanotti hanno innegabilmente segnato, finanche piagato, oserei dire marchiato a fuoco la vita spirituale e intellettuale di questo paese. Attendiamo con un pochino di ansia di vedere gli effetti dei prossimi cinquanta, che gli auguriamo cionondimeno di vivere in serenità e salute.

fc48_2015_copertina_1604018