Il pane dei figli

Dopo Massimiliano Latorre anche Salvatore Girone è finalmente tornato in Italia, dopo quattro anni di ingiusta detenzione in India, quattro anni di abusi e storture giuridiche perpetrate dal sistema giudiziario indiano sui due fucilieri di marina, ma almeno oggi gli è stato risparmiato di venire esibito come trofeo renziano alla parata del due giugno. La storiaccia non finisce qui, visto che l’India ha dettato le condizioni del rientro che prevedono ancora restrizioni della libertà personale dei nostri militari, in attesa che l’arbitrato internazionale decida in via definitiva la loro sorte. “Amo l’Italia, è un grande paese”, ha dichiarato Girone al suo arrivo. Parole che fanno onore ad un uomo che ha certamente onorato l’Italia sopportando con grandissima dignità, senza mai protestare, la intollerabile prepotenza indiana e l’insopportabile, per vari aspetti sospetta, incapacità italiana di agire per evitare che ben quattro ani della sua vita andassero ingiustamente sprecati, insieme alla salute di Latorre. Se l’Italia meriti ancora il suo amore e il suo rispetto è cosa che solo a lui spetta decidere. Amatela pure l’ Italia, se lo sentite ancora possibile, cari Salvatore e Massimiliano, ma non credo possiate farvi più illusioni su di lei. Noi che vi abbiamo sempre avuti nei pensieri e nelle preghiere possiamo solo gioire del vostro ritorno, anche se a quanto sembra vi tocca pagare un prezzo anche per esso.

Auguri di cuore, cari marò. All’ Italia possiamo solo augurare oggi di provare, almeno provare, ad essere se non una patria almeno un paese più solidale, soccorrevole e accogliente. Per gli italiani.

“Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini!”  Mt 15,26

girone-latorre

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...